Trail Aschero 30K

Commenti
ajax-loader
Si parte in direzione mare verso Valle di Vado, si attraversa il ponte sul torrente davanti alla chiesa, si percorre via Caviglia e si sale sulla strada asfaltata con ringhiera biancorossa che porta alle case di Na Vaé . Al termine dell'asfalto si prosegue a destra in salita fino ad un quadrivio, dove si va dritto, in piano, per sbucare sopra la cava di Sant'Ermete. La sterrata arriva al Colle del Trevo (6), sullo spartiacque tra Vado e Spotorno. Si svolta a destra seguendo il segnavia , e, giunti sotto Bric Colombino, si procede diritto, in salita ripidissima, per raggiungere le antenne (i "tabelloni"). Si continua sul crinale raggiungendo un quadrivio (Colle Natte) dove si sale a sinistra lasciando il segnavia che prosegue dritto; si supera quota 500 metri s.l.m e si scende ad un quadrivio (10) dove si procede sull'ampia sterrata centrale riprendendo il segnavia . Giunti ai "Prati di Vezzi" si incrocia la sterrata che sale da Vezzi (segnavia ) e poco alcune decine di metri si imbocca un sentiero (12) (ancora segnavia ) che ci porta Bric del Forno (542 metri s.l.m.). Si attraversa la strada asfaltata che sale da Segno raggiungendo un quadrivio (località Cian da Barca) (14) dove si prosegue a sinistra fino a Ca' di Gatti e le Rocche Bianche (16). Dal cippo commemorativo si scende su asfalto per poi imboccare il sentiero a mezza costa in direzione Vezzi, poi in salita per tracce alla cima di Bric Frabosa. Prestare attenzione ad alcuni tratti impervi (ma non esposti) tra le roccette della cresta di salita. Si prosegue fino ad un bivio che a destra conduce a Colla del Termine, mentre a sinistra si trasforma in single-track che va ad incrociare la strada che sale da Finale (21). La si segue fino alla curva dopo un casolare abbandonato (Pra' Martino), dove si sale nel bosco seguendo il segnavia Terre Alte, per sbucare davanti al rifugio di Colla San Giacomo (25). Dal cippo di Colla San Giacomo si sale nella faggeta incrociando il metanodotto e si guadagna la cima del Monte Alto (27) (956 metri s.l.m.). Si scende seguendo il sentiero "R rossa". Raggiunta l'Alta Via nella faggeta delle Tagliate (28), la si segue fino ad incrociare il sentiero per MTB chiamato supergroppo e raggiungere le Rocche Bianche . Dopo il ristoro si sale, prima su sentiero poi su carrabile, alla cima della Rocca dei corvi (33). Si scende a raggiungere il pianoro di Campo dei Francesi (34). Al bivio si sale a sinistra (segnavia ) e si prosegue in cresta seguendo il metanodotto fino ad un colletto davanti a Cima delle Rocche (35); si scende a destra a Campo Ferrato; si incontra un casolare con vasca e, al bivio successivo, si svolta a destra in discesa (a tratti ripida) per raggiungere l'abitato di Sant'Ermete.